Il Portale del Turismo a Città di Castello
   HomePagePercorsiStoriaCenni storiciTra Umbri ed Etruschi

Sostanzialmente estranea alla penetrazione etrusca, avvenuta nei secc.IX/VIII a.C., nel territorio di Città di Castello alla destra del Tevere vi sono stati notevoli ritrovamenti, ora al Museo dell'Accademia Etrusca e della Città di Cortona. Qui si conservano anche mirabili bronzi arcaici, di raro pregio, anche questi rinvenuti nell’area di Trestina, frazione a sud di Città di Castello. Da zona contigua proviene uno specchio etrusco di età ellenistica, ornato dalle raffigurazioni di Ercole, Afrodite e Minerva. Città italica di stirpe umbro-sabellica e sannita, della quale parla Tolomeo, Città di Castello conservò sempre una certa indipendenza dai confinanti Etruschi. Ma fin dal VII sec. a.C. la vallata era collegata con le regioni adriatiche attraverso i valichi appenninici e con l’Etruria costiera, nel più ampio contesto delle grandi direttrici di traffico da Sud-Ovest a Nord-Est che giungevano, per scopi essenzialmente commerciali, sino al centro d’Europa.

 

Condividi

Cerca nel sito

QR Code


Inquadra Il QRcode con il tuo smatphone per entrare nella versione mobile
Web Design: Exprimo Design - Comune di Città di Castello